Pubblicato il

La coagulazione VACUSERA®

La coagulazione VACUSERA

La coagulazione VACUSERA® è la punta di diamante della linea dei sistemi di prelievo sottovuoto in sicurezza, perché presenta dei plus nella costruzione della provetta che la rendono un prodotto di alta qualità ed affidabilità.

Caratteristiche della coagulazione VACUSERA®

Le provette per coagulazione VACUSERA® contengono una soluzione di citrato trisodico, che è l’anticoagulante d’elezione per gli studi di emostasi e coagulazione. poiché impedisce la coagulazione in quanto lega gli ioni [Ca+2] nel sangue.

Sono disponibili con concentrazioni di sodio citrato di 0.109 mol/l (3.2%) o di 0.129 mol/l (3.8%). La scelta della concentrazione dipende dalle politiche dei laboratori

Il citrato trisodico è presente solo in forma liquida ed il rapporto sangue/anticoagulante raccomandato per un corretto riempimento della provetta è di 9 parti di sangue e 1 parte di anticoagulante, cioè 9:1. Se questo rapporto è inferiore a quanto raccomandato, il sodio citrato in eccesso provocherà la diluizione del plasma utilizzato nell’esecuzione dell’esame e legherà non soltanto il calcio presente nel campione, ma anche quello introdotto nella miscela di reazione indispensabile alla formazione del coagulo, determinando un allungamento dei tempi di coagulazione, con risultati dell’esame potenzialmente inaccurati.

Le provette CTAD, che pure sono indicate per studi coagulativi, contengono oltre alla soluzione tamponata di sodio citrato, teofillina, adenosina e dipiridamolo.

La provetta per coagulazione VACUSERA® è costruita con specifiche caratteristiche per ovviare ogni problematica legata alla particolare quantità dell’anticoagulante presente, che vengono di seguito illustrate. In particolare:

La provetta

DOPPIA PARETE

Le provette per coagulazione VACUSERA®  contenenti sodio citrato a diverse concentrazioni in fase liquida presentano la tecnologia della doppia parete:

  • La provetta esterna è in PET (polietilentereftalato), materiale infrangibile, indistruttibile ed impermeabile ai gas, e garantisce la tenuta del vuoto fino alla data di scadenza.

  • La provetta interna è realizzata in PP (polipropilene), impermeabile ai liquidi, e previene la graduale evaporazione degli additivi liquidi. Le caratteristiche della sua superficie interna sono adatte per ottenere risultati accurati ed affidabili nel tempo fino alla data di scadenza.
    .

Doppia parete fluidi e gas

Il polipropilene è il materiale ottimale per inibire l’attivazione piastrinica ed è ideale per l’uso con parametri coagulativi sensibili.

Questa particolare costruzione a doppia parete consente di prolungare i tempi di validità delle provette per coagulazione VACUSERA®  fino a 9 mesi, mentre le provette per coagulazione a parete singola hanno validità fino a 4 mesi.

AVVERTENZE

I materiali PET e PP sopportano la RCF (Relative Centrifugal Force) raccomandata di 2.500 – 3.000g per ottenere un plasma libero da piastrine (PFP).

Il plasma per i test di coagulazione viene ottenuto dopo centrifugazione, seguendo le istruzioni del produttore. Per questa specifica procedura si rimanda all’articolo Gel VACUSERA® e centrifugazione.

Anche la miscelazione della provetta per coagulazione VACUSERA® riveste la sua importanza ai fini dell’eliminazione degli errori preanalitici: per la coagulazione il numero di inversioni complete è di 3-4, come riportato nella tabella dell’articolo citato.

INTERVALLO DI RIEMPIMENTO

Le provette per coagulazione VACUSERA® hanno l’intervallo di riempimento.

L’etichetta di tutte le provette VACUSERA® riporta l’indicatore di corretto riempimento a seconda del volume previsto, in accordo con gli standards internazionali ISO 6710, che affermano che un prelievo è ottimale se il volume di sangue prelevato nella provetta è +o- il 10% del volume nominale della stessa.

Tuttavia, in relazione alla criticità del volume di aspirazione nelle provette di coagulazione, le provette per coagulazione VACUSERA® sono fornite con intervallo di riempimento.

Intervallo di riempimento

 

In questa particolare provetta per coagulazione VACUSERA® l’etichetta riporta, dove nelle altre provette vi è l’indicatore di riempimento, un triangolo, con queste specifiche:

  • il vertice del triangolo (al centro dell’indicatore di riempimento) indica il livello di riempimento ottimale
  • il vertice superiore del triangolo indica il livello ottimale +10% (volume ammesso dalle ISO 6710)
  • il vertice inferiore del triangolo indica il livello ottimale -10% (volume ammesso dalle ISO 6710).

Questa caratteristica, esclusiva delle provette per coagulazione VACUSERA® offre agli operatori sanitari la possibilità di controllare visivamente il corretto riempimento della provetta prima di inviarla al laboratorio di analisi ed eventualmente in caso di prelievo scarso, attivarsi subito per prelevare un’ulteriore provetta.

Questo aspetto consente un miglior servizio al paziente, che nell’eventualità di un non corretto riempimento della provetta di coagulazione potrà avere una nuova provetta prelevata senza un ulteriore traumatismo da venipuntura, oltre al disagio di dover ritornare presso il centro prelievi; ed inoltre, un risparmio per l’ente, relativo ai costi del nuovo set di prelievo, oltre ai costi amministrativi.

La nostra proposta

Interconsult, ha come mission un’assistenza accurata al cliente, affiancandolo nell’individuazione delle scelte operative più adeguate, fornendo la nostra competenza e le nostre soluzioni.

In quest’ottica, e con lo scopo di fornire ai nostri clienti sempre i prodotti più all’avanguardia e con il miglior rapporto qualità / prezzo, nel settore dei sistemi di prelievo sottovuoto, Interconsult, attraverso la sua Linea PREANALITICA, ha introdotto nel mercato italiano la nuova marca Disera con le provette sottovuoto VACUSERA®, che per qualità ed assortimento rappresenta il top di gamma, al pari dei brand più conosciuti.

Non esitate a contattarci per ottenere una consulenza e il preventivo.